5‰ per L'Alto Adige aiuta

“L’Alto Adige aiuta" offrirà il proprio aiuto a persone in gravi difficoltà.
Firmate per “L’Alto Adige aiuta” nella vostra dichiarazione dei redditi.


Anche quest’anno tutti i contribuenti avranno la possibilità di donare il 5 per mille alle organizzazioni non profit.

Dovrete per questo apporre la firma nell’apposito riquadro che figura sui modelli di dichiarazione e indicare il codice fiscale di L’Alto Adige aiuta: 02518600214.

Con la destinazione del 5 per mille non pagherete alcuna spesa accessoria.

Anche chi non fa la dichiarazione dei redditi può donare il 5 per mille a L’Alto Adige aiuta firmando l’apposito spazio sul modello CUD e indicando il codice fiscale di L’Alto Adige aiuta.

News

Hohe Spendenbereitschaft für „Südtirol hilft“ - die erste MPREIS-Tragtaschen Aktion geht erfolgreich zu Ende. Die Handelskette MPREIS hat in der Weihnachtszeit eine Aktion gestartet und damit „Südtirol hilft“ unterstützt.

prosegui

Mit sehr viel Ehrgeiz und Hingabe zeigte die Spezialbier-Brauerei FORST in der vergangenen Ausgabe des Forster Weihnachtswaldes erneut ihr soziales Engagement. Das wurde am Ende mit Erfolg gekrönt und das Ergebnis kann sich wirklich sehen lassen. Es wurden insgesamt 111.575,57 Euro für Südtiroler in Not gesammelt. Frau Cellina von Mannstein gab den unglaublichen Betrag, welcher zur Gänze an die Hilfsorganisation „Südtirol hilft“ fließt,...

prosegui

“L’Alto Adige aiuta” per il dodicesimo anno

In alcuni casi è necessario un aiuto rapido e non burocratico. “L’Alto Adige aiuta” è nato proprio per questo e per il dodicesimo anno si appresta a scaldare i motori in vista del periodo natalizio. Caritas, Bäuerlicher Notstandsfond, Assistenza Tumori Alto Adige, le emittenti radiofoniche Radio Tirol e Südtirol 1 in stretta collaborazione con la casa editrice Athesia, si sono uniti per portare, dove possibile, un aiuto a chi più ne ha bisogno. Negli anni passati 22.213 donatori hanno partecipato all’azione, raccogliendo circa 4,8 milioni di euro. Con questa somma importante sono state aiutate in Alto Adige 1.524 famiglie e singole persone.  

“Il destino spesso sa essere crudele. Da un giorno all’altro è possibile perdere tutti i propri beni, ammalarsi gravemente, vedere naufragare senza un perché un rapporto importante, o addirittura perdere per sempre un proprio caro. All’improvviso nulla è più come prima, e ci si sente mancare l’aria” dice Heiner Feuer, presidente dell’associazione “L’Alto Adige aiuta”, sottolineando come anche in Alto Adige le persone non siano immuni da situazioni drammatiche di bisogno. “In questi casi non è possibile perdere tempo, bisogna subito agire”. “L’alto Adige aiuta” fa proprio questo, un aiuto immediato e non burocratico quando situazioni drammatiche impongono una risposta tempestiva.

Le persone e le famiglie assistite sono seguite dalle organizzazioni di promozione sociale che hanno ideato la piattaforma benefica, Bäuerlicher Notstandsfonds, Caritas, Assistenza Tumori Alto Adige e da altre associazioni che ogni anno possono aggiungersi. Anche singole persone, amici o parenti di persone in stato di bisogno, si mettono in contatto ogni anno con l’associazione “L’Alto Adige aiuta”. Leopold Kager del Bäuerlichen Notstandsfond e vicepresidente dell’ associazione “L’Alto Adige aiuta”, il direttore della Caritas Paolo Valente e Marcus Unterkircher, direttore dell'Assistenza tumori Alto Adige ci tengono a sottolineare che i casi scelti che riceveranno un aiuto sono stati esaminati approfonditamente dalle rispettive organizzazioni. L’anno passato 267 famiglie e singole persone sono state assistite da “L’Alto Adige aiuta”.  

“Le donazioni vanno a chi veramente ne ha bisogno, dove è in gioco l’esistenza stessa delle persone e dove l’aiuto esterno è l’unica via percorribile per riportare luce in situazioni molto drammatiche”, afferma Leopold Kager. 

Di questi risultati c’è da essere fieri. Nel 2016 è stato inoltre toccato un altro record: 820.000 euro sono stati donati da 2.860 altoatesini. "Questa azione è da prendere ad esempio: in primo luogo perché così tante persone, aziende e organizzazioni collaborano insieme unendo i loro sforzi per una buona causa, in secondo luogo perché la popolazione altoatesina mostra quanto sia solidale, in particolar modo con chi più ne ha bisogno, non mostrandosi indifferente alle sofferenze dei propri concittadini, ma anzi unita nel sostenere queste persone", ha dichiarato con soddisfazione il presidente della provincia Arno Kompatscher.

 

Conti per offerte

> Cassa Rurale di  BolzanoIBAN: IT47 K 08081 11600 000300001112
> Cassa di RisparmioIBAN: IT50 K 06045 11601 000000464000
> Banca Popolare dell'Alto AdigeIBAN: IT56 W 05856 11601 050571323483
> Intesa SanpaoloIBAN: IT88 B 03069 11619 651100902811