Ti trovi qui:

I membri

I membri di „L’Alto Adige aiuta“ sono sette persone private che hanno a cuore la creazione una piattaforma di aiuto efficace nella provincia di Bolzano. Insieme rappresentano tre organizzazioni sociali provinciali, Caritas, l’Assistenza Tumori in Alto Adige e il Bäuerlicher Notstandsfond, e anche due importanti radio locali, Südtirol 1 e Radio Tirol. Lo studio di commercialisti Gliera e Partner offrono consulenza gratuita in ambito amministrativo e per la stesura dei bilanci.

 

Caritas Diocesi Bolzano-Bressanone
Il termine Caritas deriva dal latino “carus”, ovvero caro, prezioso. Sottolinea le azioni impegnate e disinteressate per persone in difficoltà. Nella provincia di Bolzano e in altri paesi della nostra terra ci sono persone con difficoltà psicologiche, fisiche o materiali. È compito di Caritas aiutare queste persone. Caritas non si preoccupa da dove arrivano le persone in cerca di aiuto, a quale religione o filosofia di vita appartengano. Obiettivo di Caritas è di offrire un aiuto efficace, efficiente e veloce per contrastare i problemi concreti. Dove ci sono persone in difficoltà oppure dove si può intervenire per evitare futuri problemi, lì è il posto giusto di Caritas. Caritas si sente in dovere di intervenire attivamente con le proprie forze là dove mancano altri aiuti e supporti. Caritas vuole intervenire con i propri servizi dove vivono persone che hanno difficoltà a vivere giorno per giorno. Non è importante di chi sia la colpa. Il lavoro di Caritas pone al centro la persona che sta perdendo la propria dignità. 

 

Assistenza Tumori in Alto Adige
L’Assistenza Tumori in Alto Adige assiste persone colpite da questa grave e subdola malattia, la quale è collegata a pesanti difficoltà psicologiche e logistiche. Spesso inoltre subentrano anche problemi finanziari. L’Assistenza Tumori Alto Adige apporta all’iniziativa “L’Alto Adige aiuta” soprattutto la propria grande esperienza in campo sanitario.

 

Bäuerlicher Notstandsfond:
Il Bäuerliche Notstandsfond aiuta soprattutto famiglie di contadini che si trovano in situazioni di necessità. Soprattutto in alta montagna, spesso il maso non permette alla famiglia di avere il necessario di cui vivere. Se la situazione si aggrava a causa di un incidente o di una malattia, la situazione precipita e la famiglia si trova in uno stato spesso di estrema necessità. Il Bäuerliche Notstandsfond apporta all’iniziativa la sua grande esperienza in ambito aziendale, soprattutto in agricoltura.

 

Südtirol 1:
"Südtirol 1" è una delle radio private più ascoltate in Alto Adige. Come emittente “a tutt’orecchi” si vuole distinguere come emittente in grado di attivarsi per ciò che sensibilizza i propri ascoltatori. "Südtirol 1" si vuole impegnare in questa iniziativa sociale per non precludere ai propri ascoltatori anche le parti più cupi e tristi dell’esistenza. In Alto Adige l’Aiuto Reciproco è sempre stato scritto con la “A” maiuscola e "Südtirol 1" vuole essere l’elemento moltiplicatore per un moderno aiuto reciproco.

Radio Tirol:
Radio Tirol organizza da anni nel periodo prenatalizio un’azione di raccolta fondi con diversi partner. Per questo motivo la sua partecipazione era più che ovvia, per rendere l’aiuto e il supporto sempre più efficienti e importanti. Proprio grazie all’esperienza consolidata, “Radio Tirol”, ha potuto impegnarsi al meglio.

 

Studio Gliera
Anche una iniziativa come questa deve adempiere occasionalmente a compiti amministrativi. Grazie alla sua esperienza e ai suoi contatti, lo Studio Galera apporta un aiuto prezioso in questo ambito e a titolo volontario. 

 

 

I Partner

"L’Alto Adige aiuta" è stato in grado di avviare molti partenariati che supportano con il loro lavoro l’intera iniziativa. I partenariati consistono, per esempio, in diverse attività come la grafica, la programmazione, la creazione e l’assistenza della pagina internet e molte altre fino alla copertura delle spese. Senza il supporto e la collaborazione dei partner, non sarebbe stato possibile portare avanti con successo un’azione così complessa.

 

Athesia
La casa editrice Athesia supporta „L’Alto Adige aiuta“ mettendo a disposizione spazi pubblicitari e tramite la redazione di articoli sulle attività e le azioni avviate. Senza l’importante supporto dei media questa azione sociale non avrebbe ricevuto la necessaria visibilità e non avrebbe potuto raggiungere tutte le persone disponibili a una donazione che in effetti ha raggiunto.

 

Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano
La Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano sostiene “L’Alto Adige aiuta” dagli inizi. Ogni anno mette a disposizione un importo che serve a coprire le spese amministrative. Ciò è essenziale perché “L’Alto Adige aiuta” garantisce ai donatori che ogni singolo euro arrivi effettivamente a persone e famiglie in difficoltà. Pur essendo le spese per francobolli, carta da lettere e cancelleria molto basse rispetto alla somma delle donazioni, è importante che di queste se ne facciano carico i partner dell’iniziativa. Nel corso degli anni, la Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano ha voluto profondere un impegno ancora maggiore, sostenendo altre azioni collegate. Per esempio, l’offerta più alta viene raddoppiata dalla Fondazione e, nel 2012, verrà assicurato un ulteriore contributo per coprire i costi relativi alle cartoline natalizie dell’associazione di categoria dei fornai.

 

ACC
L’agenzia pubblicitaria di Innsbruck, la più grande in Austria, ha progettato tutta la grafica del progetto a proprie spese. Ha infatti elaborato il logo per i manifesti, per la carta da lettere e per i depliant e per tutte le stampe. Il logo è un biglietto da visita per un’azienda, ma anche per un’iniziativa sociale.

 

Le banche
La Banca Popolare della Provincia di Bolzano, la Cassa di Risparmio della Provincia di Bolzano, la Raiffeisen e la Banca di Trento e Bolzano hanno messo ognuna a disposizione un conto corrente per “L’Alto Adige aiuta”. Lo hanno fatto a titolo completamente gratuito, coprendo anche le spese per la gestione del conto, le tasse di bollo e tutti gli altri costi. Inoltre hanno potuto dare a “L’Alto Adige aiuta” importanti consigli per fare in modo che i donatori potessero donare senza complicazioni e in modo semplice e soddisfacente.

 

Raiffeisen OnLine
Se leggete questa pagina di „L’Alto Adige aiuta“, lo avete potuto fare solo grazie all’importante supporto di Raffeisen Online. Questa rilevante azienda, tra le più note in ambito web dell’Alto Adige, ha fatto tutto il possibile per creare una pagina web chiara e ben progettata, senza nessun costo per l’iniziativa.

 

Brennercom
La società di telecomunicazione Brennercom ha messo a disposizione gratuitamente dei numeri di telefoni a costo zero per i donatori. In questo modo ogni donatore ha a disposizione un numero di telefono sicuro e senza alcun costo aggiuntivo.

 

Statuti e fondazione

"L’Alto Adige aiuta“ ha uno statuto, come tutte le associazioni. Lo statuto contiene le finalità e il regolamento. Specialmente per un’iniziativa sociale è importante che tutto si svolga in totale trasparenza e in modo visibile a tutti. Solo così possiamo guadagnare la fiducia dei donatori necessari per la buona riuscita della nostra iniziativa.